Sign in / Join
0

Speciale: Hardware e software, l’eq passivo

Sebbene sia ormai chiaro a tutti che i plug-in di emulazione hardware possono avere un comportamento differente dall’originale, la tentazione di comparare plug-in con hardware e, nel contempo, anche alcuni modelli hardware, è qualcosa di istintivo e primordiale per qualsiasi sound engineer, alla ricerca del timbro migliore.

Il mondo dei plug-in di equalizzazione passivo non è certo povero. Abbiamo voluto mettere alla prova, impostandoli come sull’hardware, i più popolari plug-in dedicati all’emulazione dell’EQP-1A. Nella lista sono entrati Avid Bomb Factory Pultec EQP-1A, Universal Audio UAD-2 Pultec e Pultec Legacy; inoltre Universal Audio UAD-2 Tubetech PE1C realizzato da Softube, IK Multimedia PEQ1A, Lindell Plugins PEX-500, Nomad Factory Pulse-Tec EQP-1A e Waves PuigTeq.

Gli esempi audio e le impostazioni, prodotti da Sabino Cannone, sono stati divisi per chitarra acustica, drums, chitarra elettrica e voce (fornita da Mattia Panzarini dello studio Effettonote). Pur sapendo che ogni plug-in ha il suo hot spot per suonare bene, abbiamo deciso di impostare pedissequamente i valori del Pultec originale sui plug-in. I risultati ottenuti sono stati in alcuni casi sorprendenti e lasciamo al lettore il commento sulla qualità degli stessi. Abbiamo poi deciso di comparare il Pultec originale con il Retro 2A3 e il Warm Audio EQP-WA, con identiche impostazioni dell’originale.

In tutti i casi, hardware e software, il Pultec originale hardware è sempre riconoscibile per la qualità della dinamica e del lavoro sulle frequenze più basse e più alte, che in fondo sono la caratteristica che da sempre lo hanno portato a essere preferito ad altri equalizzatori sulla voce e sulla batteria in particolare. Tutti gli esempi audio sono normalizzati a -3 dBFS picco con l’applicazione DSP-Quattro 4.4, la registrazione dell’hardware è stata eseguita con un convertitore Prism ADA8XR a 44.1 kHz 24 bit. Gli esempi audio hanno tutti la stessa logica: il primo file audio è l’esempio originale non trattato, segue quello trattato con Pultec EQP-1A hardware e originale, poi Retro 2A3 e Warm Audio EQP-WA, seguiti in ordine alfabetico dagli otto plug-in più noti del momento.

Avvertenze

Da quanto potrete ascoltare nella comparazione, ci saranno esempi simili alla versione hardware e altri invece che tenderanno a discostarsi di molto. È il caso, per esempio, dell’equalizzatore hardware Warm Audio che evidentemente è ispirato ai principi del Pultec ma non è stato progettato per clonarlo. Anche tra i plug-in non mancheranno le sorprese. Forse il risultato più interessante è relativo all’emulazione di Bomb Factory che, pur avendo degli anni, risulta ancora oggi sorprendentemente efficace. Vi consigliamo di concentrarvi anche sull’ascolto della cassa della batteria; potrete sentire chiaramente l’effetto di distorsione armonica inserito da Waves, che si candida come plug-in adatto al basso e alla cassa. Tutte le discussioni sono rimandate al sito audiofader.com dove vi invitiamo a postare le vostre considerazioni in merito.

 

 

Leave a reply