Sign in / Join
0

HEDD Type 30, chi ben comincia è già a metà dell'opera...

Milano, data stellare 13 marzo 2017, le monitor Hedd Type 30 approdano per la prima volta in uno studio di registrazione italiano ed è subito magia! È un pomeriggio primaverile nel capoluogo lombardo e il quartiere così detto Chinatown (o semplicemente "Paolo Sarpi") mostra in questa stagione e sotto uno splendido sole il suo lato migliore; ci siamo quasi...ed eccoci qua, si apre il cancello di via Bramante 39 e ad accoglierci alle porte dello studio sono Andrea Dolcino (studio manager Indiehub) e Mauro Piatti (Tedes). Lo studio situato all'interno di un silenzioso condominio è molto accogliente già dal cortile (cosa chiedere di più per le pause durante le session primaverili ed estive?!) ed entrando, la sensazione migliora culminando nella regia, cuore pulsante di Indiehub e luogo dove si trovano le mitiche Type 30.

A5 69%

La scelta dello studio in cui effettuare questa due giorni ci è sembrata molto azzeccata, non solo per la calda accoglienza dello staff e della location in sè, ma anche per altri motivi: la sala regia è dotata di diversi ascolti differenti tra loro (in foto non vedete le main monitor ATC SMC50 e le intramontabili Yamaha NS10 a disposizione dei clienti) che ricoprono insieme ai convertitori HDX di Avid una tipologia di ascolto nota al moderno studio engineer; inoltre abbiamo potuto apprezzare il timbro delle monitor HEDD, oltre che con i nostri riferimenti, con diverse produzioni realizzate interamente presso questo studio, dedito a jazz, funky, pop e hiphop.

File 15-03-17, 20 46 41

Al primo ascolto, Type 30 si mostra come uno speaker a tre vie davvero molto facile potremmo dire hi-fi oriented (e non in un senso negativo del termine), che non dimostra eccessive attitudini alla colorazione dell'audio nelle tre bande e questo per un tweeter a nastro (con tecnologia proprietaria Air Motion Transformer) è un aspetto decisamente non trascurabile. Tanta potenza grazie ai quattro amplificatori ICEpower di provenienza danese da 300 W l'uno; anche a livelli estremamente alti, la distorsione rimane entro valori bassissimi. Per essere dei monitor mid field il punto d'ascolto è davvero molto ristretto e basta molto poco per uscire dal fuoco; fortunatamente il passaggio è ben udibile. Buona l'apertura stereofonica. Quelle fornite a Indiehub non disponevano di schede da testare e quindi lo slot era chiuso, ma Type 30 integrano HEDD Bridge per connettervi audio digitale, aspetto decisamente rivoluzionario e portante di questo progetto. Alla vista queste nuove HEDD non sfigurano affatto in qualsiasi studio e la finitura delle superfici è molto piacevole anche al tatto.

"Sono rimasto molto sorpreso dalla facilità di ascolto di queste monitor; ho provato tantissimi speaker anche con tweeter a nastro e Type 30 è unico nel suo genere sia come concept che come suono; è pazzesco come anche tirandogli per bene il collo la distorsione non si senta affatto". Parole di Stefano Giungato, fonico residente di Indiehub che ha avuto possibilità di testare sul campo per qualche settimana le nuove HEDD utilizzandole anche le sue ultime produzioni. Anche lo studio manager Andrea Dolcino non ha risparmiato buone parole per i nuovi monitor HEDD: "Type 30 potrebbero entrare molto presto nel nostro studio, rispecchiano molto la nostra filosofia, ovvero massima attenzione e cura per il cliente anche nella varietà di ascolti a disposizione".

Al termine della nostra sessione di ascolto, prima di lasciare lo studio, Mauro Piatti ci ha fatto un bel regalo mostrandoci il nuovo modello di microfoni Soyuz: SU-013 è un condensatore piccolo diaframma a capsule intercambiabili appena arrivato dalla Russia ed è disponibile in questa stupenda versione match pair con tre capsule per altrettante figure polari differenti (omni, cardioide e ipercardioide). Non abbiamo avuto modo di ascoltarli, ma li testeremo a breve e siamo sicuri che i suoi concorrenti, cominceranno a temere la Russia!

A5 69%

File 15-03-17, 20 44 03

Un grande grazie ad Andrea e Stefano di Indiehub per l'accoglienza e ospitalità, a Mauro e Oscar di Tedes per l'opportunità e le informazioni dettagliate sui prodotti HEDD e (a sorpresa) Soyuz.

Chi non ha potuto assistere alla demo presso Indiehub ed è curioso di sentire le Type 30 in azione, può contattare direttamente Tedes; mentre la prossima occasione pubblica sarà il Musikmesse a Francoforte dal 5 all'8 aprile presso la Hall 9.0 stand E42.

INDIEHUB

SOYUZ

TEDES

Leave a reply