Sign in / Join
0

Test: PreSonus FaderPort, il controller per la produzione

Rapporto qualità/prezzo7
Costruzione9
Facilità d'uso7
7.7

Il più piccolo della serie FaderPort riprende le funzioni del modello FaderPort 8, e permette di migliorare la velocità e la precisione nella fase di produzione, partendo dalle automazioni fino ad arrivare al mix e all'editing.

A chi non è capitato di voler eseguire un'automazione in modalità Touch (ma anche Write o Latch) e, preso poi dalla disperazione, ha infine scelto di scriverla manualmente? Succede spesso perché il mouse, per quanto sia sensibile, spesso non ha il giusto feeling e precisione quando si tratta di automazioni di pochi dB o che comunque richiedono una certa affidabilità. Inoltre, per velocizzare il lavoro, spesso bisogna imparare a memoria vari shortcut che sono spesso differenti tra una DAW e l'altra, il che può causare una certa confusione soprattutto per chi lavora su varie piattaforme. I comandi della sezione transport poi (Play, Stop, Pause, Record, Loop) hanno anch'essi shortcut diversi sulla tastiera a seconda della DAW in uso e ciò non facilita il lavoro.

Stessa cosa per altre funzioni come lo zoom, lo scroll, i marker, il click, il volume del master: spesso bisogna imparare a memoria dei comandi o accedere a menu e sottomenu che rallentano il flow e il feeling della fase di missaggio. Con PreSonus FaderPort questi problemi scompaiono: tutto il necessario è davanti agli occhi del produttore mentre i restanti comandi possono essere eseguiti al meglio da mouse e tastiera. In una situazione di mix ITB, è assolutamente una manna dal cielo. Il nuovo Faderport mantiene l’emulazione HUI supportata da Avid Pro Tools, e introduce la funzione Mackie Universal Control Emulation, attualmente in grado di lavorare con Apple Logic, Ableton Live, Motu Digital Performer, Steinberg Cubase e Nuendo. In Native Mode, Faderport lavora ovviamente con Studio One 3.5.6 con una estensione.

 

PreSonus Faderport studio hardware controller pro home project midi music test audiofader

Come si presenta il controller

Controlli

La prima cosa da tenere in considerazione è che Faderport è programmato per operare con le sette DAW già citate, attraverso il collegamento USB 2 e con l’uso di un alimentatore esterno necessario alla motorizzazione del fader, incluso nella confezione. Volendo, c’è anche la connessione per un pedale footswith. Appena acceso, Faderport ha bisogno di sapere a quale DAW verrà assegnato, attraverso l’uso dei pulsanti all’avvio. Per uscire da un protocollo e attivarne un altro è necessario spegnere Faderport e tenere premuto il tasto Next mentre lo si riaccende: in questo modo si torna alla schermata principale nella quale alcuni LED lampeggiano, indicando che il controller è pronto ad attivare un dato protocollo di comunicazione con una DAW.

In linea di massima molti controlli sono comuni alle varie DAW, per cui per una descrizione completa e nei particolari di ogni tasto è consigliabile consultare il manuale on-line che troverete sul sito della PreSonus mentre qui mi limiterò a descrivere le varie funzioni in generale. I tasti Solo, Mute e Arm controllano le rispettive funzioni su ogni traccia, il tasto Bypass attiva/disattiva le Trim Automation (in Studio One attiva/disattiva i plug-in di una traccia, in Ableton Live non ha funzioni assegnate) mentre Touch, Write e Read sono relativi alle automazioni. Il tasto Shift è un tasto particolare perché permette di attivare le funzioni secondarie (quelle indicate dalla scritta evidenziata in bianco sotto ad ogni tasto) se premuto assieme ad uno di questi pulsanti.

 

PreSonus Faderport studio hardware controller pro home project midi music test audiofader

Sezione Session Navigator

La seconda sezione di controllo (Session Navigator) riguarda i parametri e le funzioni controllabili con l’encoder principale. La funzione Link è utilizzabile solo in PreSonus Studio One, mentre per le altre DAW è un pulsante che non è stato assegnato a nessun controllo. Il tasto Click attiva e disattiva il metronomo in tutte le DAW tranne che in Cubase e Nuendo (dove non ha nessuna funzione). Premendo Pan, l’enconder controlla il panpot, mentre selezionando Channel, Scroll, Master, Section o Marker l’encoder controlla i relativi parametri. I tasti Prev e Next hanno diverse funzioni a seconda del pulsante attivo in un dato momento, per esempio quando è attivo Section permettono di muovere una regione avanti e indietro a seconda del valore di nudge impostato mentre, quando si attiva Channel, possono essere usati per scorrere le tracce oppure i vari marker quando si preme il tasto Marker.

Il tasto Shift, se utilizzato assieme a Prev o Next, permette di eseguire rispettivamente le funzioni di Undo e Redo. Infine il fader da undici centimetri motorizzato controlla il volume e le relative automazioni in un modo precisissimo e, selezionando Shift+Pan, viene attivata la modalità Flip nella quale il pan può essere controllato con il fader anziché knob. L'ultima sezione è relativa ai controlli di Transport Bar. Partendo dall'alto a sinistra in ordine troviamo il tasto che attiva/disattiva il loop, due controlli Rewind e Fast Forward, Stop (se premuto due volte riporta all'inizio della sessione), Play/pause e infine il tasto Record.

 

PreSonus Faderport studio hardware controller pro home project midi music test audiofader

La sezione Transport

In prova

Non c'è dubbio sulla comodità che PreSonus FaderPort può apportare ad un lavoro di mix, quasi tutte le funzioni più importanti sono a portata di click e l'installazione del software è veramente semplice poiché, nella maggior parte dei casi, la DAW in uso riconoscerà automaticamente FaderPort quindi, alla fine dei fatti, si tratta quasi di un controller plug&play. Benché il fine corsa del fader sia a +10 dB, alcune DAW arrivano a +6 dB, mentre altre a +12 dB ma niente paura: FaderPort riconosce queste differenze e il valore in dB non viene falsato rispetto a quello che si legge sul canale della DAW. Peccato che al momento si possano essere eseguite solamente automazioni di volume e pan, mentre quelle dei parametri dei plug-in sono escluse. Spero in un aggiornamento, che porterebbe il prezzo, già ampiamente giustificato dalla qualità dell’hardware e del software, a diventare ancora più interessante.

 

PreSonus Faderport studio hardware controller pro home project midi music test audiofader

Le connessioni

Conclusioni

Faderport aggiorna il precedente controller, che ha avuto un successo planetario, ed è un prodotto che facilita la vita di chi mixa completamente ITB. La sua semplicità d'uso e l'affidabilità lo rendono un compagno di lavoro eccellente per avere una maggiore fisicità e controllo in fase di mix.

 

PRO

Prezzo

Facilità di utilizzo

CONTRO

Il fader controlla solamente volume o pan

Non compatibile con tutte le DAW

 

INFO

MidiMusic

Info@midimusic.it

Prezzo: 179 € +IVA

 

Allegati

FileDescrizione
pdf 12 PreSonus FaderPort